Crea sito

Archive for luglio, 2014

Una rosa che danza. di Veruska “Niki” Vertuani

Posted by on martedì, 29 luglio, 2014

Una rosa che danza.
“Mai vista” scuote il capo
la pupilla che rifugge le spine.
Una rosa che danza
ammalia di broccato
-vermiglia bambagia-
impila chiodi, senza legno
per i piedi che ansimano un burrone
alla ricerca di ciò che pesa loro
dentro.
Una rosa che danza
l’uomo la prende in braccio
cauterizzando il pericolo del sentire,
compiaciuto al cospetto dello specchio.
Una rosa che danza
l’Uomo la prende con un braccio solo
abbiglia il pericolo di sorriso.
Le dita che restano
curiosano oltre l’apparenza riflessa
a contare le spine di entrambi.
-Niki-

10577069_693224340732906_4943851682776939235_n


Lacci di passione di Simona Maggiore

Posted by on lunedì, 28 luglio, 2014

Legami al tuo petto, 
fammi sentire il battito 
del tuo cuore,
brividi freddi percorrono 
i nostri corpi,
fammi fluttuare
tra anima e carne.

Lacci rossi di passione 
le tue avide carezze
nel mio infinito,
invadi i miei silenzi
con voglie peccaminose,
a ritmo costante,
Inondami del tuo io.

Simona Maggiore

10516796_261081117432158_5729384691170743186_n


Rinuncio a te… a me… a …di Simona Maggiore

Posted by on martedì, 15 luglio, 2014

Rinuncio a te… a me… a …

Rinuncio a brividi sulla pelle,
a sudori freddi per il desiderio
d’averti tra le braccia,
di sfiorare la tua pelle
con mani avide e timide…

Rinuncio al desiderio di sentirmi
viva tra le tue braccia,
col capo sul tuo petto,
di sentirmi donna ad ogni tuo tocco,
ad ogni tuo sguardo…

Rinuncio al piacere di sognarti
qui con me,
nudi l’uno sull’altra,
tra le lenzuola di un letto disfatto,
per lasciarti libero…

Altro Fato é scritto per me,
un’alba nuova m’attende
e caldi raggi di Sole
m’abbracceranno…
e pioggia di parole
mi vestirà…
portandomi su orizzonti
vasti, immensi, luminosi.

Simona Maggiore

rinuncio-a-te...-a-me...-a-...


Sono tua! di Simona Maggiore.

Posted by on martedì, 15 luglio, 2014
Sono tua!

Parola dopo parola,
verso dopo verso,
strofa dopo strofa
mi hai rivoltata,
mi hai spogliata
e rivestita…

Nuda la mia anima
ora si mostra a te,
mia amata Poesia.

Ti abbandonai
chiedendoti tempo
molti anni or sono,
sei ritornata
più prepotente
e travolgente di prima.

Come un amante
mi lasci andare
per poi riabbracciarmi
con amore e trasporto,
fuggire da te
è fuggire da me stessa.

Capisco solo ora
che t’appartengo,
a te ritorno ogni giorno,
di te io sogno la notte.

Eccomi mia amata,
con il capo chino
pronta a mostrarmi
ancora una volta
nuda e spoglia
per lasciarmi avvolgere
da te, Musa.

Simona Maggiore

10360448_842875452419097_8748998155909543207_n
 
 
 
 



PERCHE’ TI AMO ? di Fabiana Persico

Posted by on lunedì, 14 luglio, 2014

Perché ti amo ?
mentre i tuoi occhi
mi spiegano ogni senso e
srotolano, nella mia mente, ogni immagine:
cristalli che si sciolgono al sole ,
calde scintille colorate d’azzurro,
iridi come il mondo,
montagne innevate,
e mari cristallini.
Anima mia ,
il tuo sguardo affonda in me ,
scaglie di anima
che penetrano nel mio sangue ,
nel mio cuore.
Perché ti amo ?
Angelo di carne ,
Dio imperfetto ,
in te mi specchio ,
tra mani umane e sguardi divini.
Il paradiso è qui ,
nei tuoi occhi privi di domande ,
nella luccicante certezza del tuo sguardo.
Mio umano amore ,
sembra divino il tempio che mi offri ,
cade ogni ombra ,
cade sulle nostre labbra
tra mani che ricamano il paradiso perduto.
Presagio di eterno è il tuo amore ,
placido incanto,
qui siamo angeli di spirito
e poi demoni di carne.
Frughi nella mia mente ,
con mani colme di pelle ,
pulisci la mia anima con i tuoi baci
e sembra un gioco
questo divino evento ,
il tempo fugge
tra silenziosi violini
e antichi altari.
Leggi ,
infiniti fogli di pelle ,
il mio sacro libro di carne.

FABIANA PERSICO

Nell’ immagine “L’ attesa” opera di Roberto Ferri.

10439411_10203499907971400_286668703556515423_n

 — 


MI SONO PERSA….. di Neri laura

Posted by on venerdì, 11 luglio, 2014
Mi sono persa in una sera d’estate
quando il tramonto spegneva la sua luce 
ed il mare iniziava ad illuminare l’onda…
tremante ho posato la mia testa sul tuo petto
una sensazione dolce,nuova
un cuore impazziva per me
ne sentivo l’urlo
Amami gridava ,amami e
ti ho donato un fiore
il mio ….
l’hai raccolto
ancor caldo,palpitante,rosso
10462895_804261389592391_3729002934234087390_n

 


Mi affido all’acqua…. di Elena Deserventi

Posted by on mercoledì, 2 luglio, 2014

Mi affido all’acqua
limpida e profonda
affondo….
Sfioro coralli e granchi
vedo tra valve perle
e fiori strani senza profumo
ardenti di colori….
sirene fluire agili
come giunchi
Scivolano alla meta
che anch’io bramo:
sei tu che io amo
tu in giro pei fondali
incontro a nuovi strali…
Dolce è la mia pelle d’alga
glauco il mio sguardo amante.
Tu non resisti avanti
io non resisto a te.
L’amplesso è un tripudio
di mille meraviglie.
Insieme sprofondiamo
tra baci incatenati
per vie impervie e mute
fino a fondali ignoti
giacigli giù remoti
segnati sol da noi…
Nell’abbandono immemore
ai sensi più sfrenati
lasciam la vita umana
dall’eros indiati.

.

Elena Deserventi

10464016_531460313647573_4110344204225190203_n


Voli Invisibili di Sara Grimaldi

Posted by on mercoledì, 2 luglio, 2014


Legame bianco
oltre la trasparenza inquinata
dal filtro sporco della nostra mente 
si distingue in volo
superando il paradosso del vivere 
accostando le montagne del conoscere
facendo proprie le leggi della portanza
nei fluidi invisibili della nostra riluttanza

SG 

Titolo by Roberta Aquilini e Gianni Gualmini

10492478_1461044917477298_2972479508436097511_n
:))


La mia sentenza di Simona Maggiore

Posted by on martedì, 1 luglio, 2014

Vuoti pesanti come macigni
sconvolgono la mia anima
al sol pensiero
d’un angelo a cui la sofferenza
non darà pace.

Neppure la rabbia
lascia segni,
disdegno e ribrezzo
per la malvagità umana
la mia ragione
non trova altre parole…

Maledetti voi
che all’amore scegliete le armi,
lacrime asciutte
e cuori aridi di vittime innocenti
saranno il vostro girone d’Inferno.

Possiate non trovare mai pace
in nessuna vita
poiché nessuna vita meritate!

Simona Maggiore

Garoto dormindo entre o túmulo de seus pais, na Síria.

Para essa dor não existe cura.
Ragazzo dorme tra la tomba dei suoi genitori in Siria.

Per questo dolore non non c’è nessuna cura.

10462504_835319879841321_355384865031713707_n